L’Insegnamento / I 7 Principi Ermetici / Vibrazione

Sette Principi

Sette principi“Niente è immobile; tutto si muove; tutto vibra”

Concetti

Questo principio spiega le differenze tra le manifestazioni della materia, della mente e dello Spirito.

La materia e l’energia non sono altro che il risultato di diversi stati vibratori. Lo spirito è una estrema polarità vibratoria più elevata e la materia una estrema polarità vibratoria più densa. Tra i due estremi i nostri pensieri, le nostre emozioni, i nostri desideri, i nostri impulsi, sono stati vibratori di frequenza intermedia.

I nostri pensieri, le nostre emozioni, i nostri desideri e i nostri impulsi sono solo stati vibratori.
Il nostro corpo fisico è un insieme di sistemi che vibrano all’unisono con la stessa frequenza, e la salute non è altro che armonia vibratoria dei sistemi biologici.

Nell’ambito della nostra vita personale tutto gira intorno alla vibrazione; se siamo allegri è grazie ad una vibrazione positiva; la tristezza è una vibrazione negativa. Il nostro pensiero ci renderà più o meno perspicaci a seconda della nostra vibrazione mentale.
Ogni persona ha una sua lunghezza d’onda mentale, in relazione alla frequenza vibratoria della sua intelligenza; tanto più l’onda mentale è corta, tanto più sagace sarà la persona e viceversa.

I soliti comportamenti, i soliti stati emotivi, i soliti pensieri, le solite norme morali e spirituali, determinano gli stati vibratori di una persona, nel bene e nel male, e a loro volta influenzano la sua vita quotidiana.

Le vibrazioni positive o negative si accumulano in una persona, fino a quando questo ammasso non scoppia come una miccia, dando così vita a eventi fausti o nefasti.

L’abituale lunghezza d’onda di una persona può sperimentare cadute vibratorie per vari motivi:

  • Problemi di salute.
  • Depressioni.
  • Conflitti interiori. 
  • Abulia intellettuale.
  • Contagio dall’ambiente circostante, esponendosi ad impatti vibratori negativi che lo colpiscono tanto da svegliare onde di natura simile.


Osserva e pratica

Effetti della musica nello stato vibratorio:

  • Tutti cerchiamo l’equilibrio e l’armonia delle nostre vibrazioni personali. Una determinata musica risveglia sentimenti di tristezza (per esempio il suono che proviene dallo strumento indigeno della quena – flauto indigeno), altre musiche risvegliano l’allegria, certe possono perfino essere dannose se superano un determinato decibel di potenza.
  • Osserva l’effetto che ha la musica su di te; questa è la base della musica-terapia.


Esercizio 1

Il potere della parola:

  • La parola è un’emissione vibratoria della persona. La parola ha forza e potere.
  • Presta attenzione alla parola, in modo che sia vera e coerente. 
  • Osserva il risultato nel tuo stato interiore e gli effetti esterni parlando agli altri in modo positivo e costruttivo, e dicendolo dal cuore.


Esercizio 2

Mantieni un livello vibratorio positivo:

  • Abbi cura della tua vibrazione: ricorda che questa sarà positiva se lo sono anche i tuoi pensieri, le tue emozioni, i tuoi atteggiamenti e le tue azioni.
  • Riporta il tuo stato vibratorio a quello che ti succede: ricorda che se cambi positivamente l’atteggiamento, l’emozione e il pensiero, intorno a  te emetterai vibrazioni positive, e per contro dall’esterno riceverai qualcosa di simile. 
  • Mantieni il tuo stato vibratorio: a volte sperimentiamo crolli vibratori per contagio dall’esterno. Scopri come questo danneggia il rapporto con gli altri e con i luoghi che frequenti. Se possibile cerca di evitare chi ti nuoce, e in ogni caso ricorda che un modo per proteggerti è mantenere la tua vibrazione sempre alta in modo cosciente.
Stampare
 
Invia ad un amico
Pagina ottimizzata per 1024x768, per i navigatori di Internet Explorer 7.0 in Windows, Safari 4.0 in Mac e in Windows, e Mozilla Firefox 3.0 in Windows, o superiori.