L’Insegnamento / Ipso-Coscienza / Respirazione e Coscienza

Ipsocoscienza

¿Perché ci serve restare in allerta? E…come riusciamo ad esserlo?...Respirando!

Ci sono molteplici modi per elevare il livello di coscienza, uno di questi è con la respirazione. Respirare coscientemente stabilisce uno stato psichico del tutto diverso da quando si respira in maniera meccanica ed involontaria. 

Concetti

IpsocoscienzaL’elevare il livello cosciente in modo volontario è un metodo che porta la persona ad uno stato di allerta. Ipso-Coscienza è il termine adottato per designare l’essenza di questo metodo, ovvero l’elevazione della coscienza, o elevazione del LIVELLO COSCIENTE.

Gli esercizi di Ipso-Coscienza sono indirizzati a promuovere il risveglio della persona e lo sviluppo dell’IO.

Porta la persona in un nuovo stato di coscienza  permettendole di rendersi conto di:

  • Cos’è quello che davvero gli succede
  • Cos’è quello che decide di vincere per alleviare il suo stato psichico.
  • E con quale atteggiamento interiore affronterà quella circostanza.


Ci sono vari modi per affrontare queste pratiche: iniziamo con l’educazione del processo respiratoria attraverso determinati esercizi respiratori.

Ma prima proviamo a rispondere alle seguenti domande:

  • Cos’è la respirazione?
  • Come influisce la respirazione negli stati psichici?
  • Quali sono i benefici della rieducazione respiratoria?


La respirazione è il flusso della vita organica. E’ l’unico ininterrotto contatto che manteniamo con madre natura e che come un cordone ombelicale ci somministra gli elementi necessari al nostro mantenimento. La sospensione di questo vincolo porta alla morte.

I nostri stati psichici e immaginativi  corrispondono al nostro specifico modo di respirare. La persona che respira profondamente ha sempre più energia psichica e biologica.

Chi respira superficialmente di solito è timido e fiacco.

La respirazione corretta è uno dei fattori determinanti per una buona salute, un equilibrato sistema nervoso, uno stato emotivo sereno e una mente sveglia.

Il processo respiratorio è l’unica funzione vegetativa (involontaria) che può venire influenzata dalla nostra volontà. Significa che inspirando volontariamente a fondo, imponiamo la nostra volontà sul sistema vegetativo.

L’educazione e il controllo della respirazione consente di estendere l’influenza della volontà a reazioni emotive e nervose che normalmente sono al di fuori del nostro controllo.

C’è un’interazione tra la nostra attività mentale ed emotiva ed il processo respiratorio. Restando calmi la nostra respirazione diventa più ritmata, dolce e tranquilla; quando siamo tesi il flusso respiratorio è spezzato, aritmico e superficiale; se riceve un impatto emotivo tende a paralizzarsi. Quando siamo concentrati respiriamo in modo dolce e impercettibile; lasciando vagare la nostra mente il processo di respirazione diventa irregolare.

Esercizios

Che funzione hanno gli esercizi respiratori?

Gli esercizi respiratori hanno la funzione di:

  • Elevare il livello cosciente.
  • Vitalizzare il sistema nervoso. 
  • Creare uno stato di rilassamento, equilibrio, calma e tranquillità.
  • Cambiare il nostro stato psichico.


Esercizio N° 1 – Respirazione del mattino

Fai questo esercizio per aumentare la vitalità prima di iniziare le tue attività quotidiane:

- In piedi con gli occhi chiusi, talloni uniti e punte dei piedi separate, colonna vertebrale diritta, mento alto. Con le braccia tese unisci i palmi delle mani davanti a te, all’altezza dello stomaco. I polpastrelli delle dita si devono toccare.

- Inizia ad inspirare facendo una leggera pressione verso l’esterno dello stomaco ed alzando poco a poco entrambe le braccia man mano che inspiri, fino a che i pollici arrivano all’altezza del mento.

- Continua il movimento aprendo le braccia ai lati fino a portarle ben indietro, istante in cui dovresti avere i polmoni pieni d’aria. Trattieni l’aria per qualche secondo.

- Inizia ad espirare, abbassando le braccia e le mani dolcemente nella misura in cui stai espirando, fino a che i palmi delle mani arrivano ai lati delle tue gambe, posizione in cui dovresti aver già svuotato del tutto i polmoni.

- Breve pausa di qualche secondo prima di ripetere l’intero esercizio. 

Es necesaria una versión más moderna del Adobe Flash Player.

getflashplayerGet Adobe Flash player

Esercizio N° 2 – La respirazione completa

In piedi, con i piedi un po’ separati, la testa eretta e le braccia all’indietro, inizia ad inspirare dilatando l’addome, indirizzando un certa forza in avanti fino a che si gonfia un po’.

Continua ad inspirare fino a riempire i polmoni, ora dilata il torace, e così facendo naturalmente l’addome si abbassa un po’. Espirando devi cercare di contrarre dolcemente l’addome per facilitare l’eliminazione dell’aria residua.

Queste figure spiegano questo esercizio. 

Es necesaria una versión más moderna del Adobe Flash Player.

getflashplayerGet Adobe Flash player

Esercizio N° 3 – Respirazione impercettibile

In piedi, seduto o disteso, inizia a “sentire” il flusso e il riflusso dell’aria, localizzando questa sensazione nella dilatazione e pressione del petto. Senti come i polmoni si gonfiano e si sgonfiano, esattamente come un globo. Continua fino a quando ti senti identificato con il tuo ritmo respiratorio. Poi cerca di ridurre la velocità respiratoria fino a quando la tua respirazione diventa impercettibile e molto silenziosa.
Procedi fino a quando ti rilassarsi del tutto o a quando cambia il tuo stato mentale o emotivo.

Queste figure spiegano questo esercizio.

Es necesaria una versión más moderna del Adobe Flash Player.

getflashplayerGet Adobe Flash player

Programma di allenamento

Per valorizzare al meglio il risultato di questo allenamento, prima di iniziarlo sarebbe meglio che facessi la prima fase di auto-valutazione (vedi sotto)

Obiettivi:

Che lo studente o praticante sia in grado di:

  • Accrescere la capacità di attenzione.
  • Ottenere calma e tranquillità calando la tensione. 
  • Mantenere maggiore vigore.
  • Elevare il tono mentale.


Fasi:

Prima Settimana:

  • Esercizio: Respirazione del mattino.
  • Durata: 10 minuti
  • Frequenza: tutti i giorni al risveglio…


Questa prima fase vuole che si prenda coscienza dell’inizio del giorno come di un’azione volontaria legata all’energia vitale che prendiamo dalla natura attraverso l’azione del respiro.

Questo esercizio eleva il tono mentale e consente di accumulare energie per il giorno.

Seconda Settimana:

  • Esercizio: Respirazione completa.
  • Durata: dai 5 ai 10 minuti
  • Frequenza: 1 volta al giorno.


In questo periodo si concentra l’attenzione nella meccanica, o movimento, del torace nel corso della respirazione. Lo scopo è quello di beneficiare al massimo dell’inspirazione e ventilazione polmonare e di cambiare gli stati d’animo negativi o troppo euforici.

Terza Settimana:

  • Esercizio: Respirazione impercettibile.
  • Durata: dai 5 ai 10 minuti
  • Frequenza: 1 volta al giorno.


Questa fase vuole esercitare il controllo su sé stessi, raggiungere il rilassamento e l’identificazione con il proprio ritmo respiratorio.

Quarta Settimana:

Fare tutti gli esercizi durante il giorno, a seconda delle necessità di ognuno. Si inizia sempre con l’esercizio della respirazione del mattino. 

Auto-valutazione

AUMENTO DEL LIVELLO COSCIENTE PER UNA VITA MIGLIORE  

Per dare un orientamento all’auto-valutazione che proponiamo, evidenziamo alcune caratteristiche che riflettono un elevato livello di coscienza:

  • Controllo di sé stessi.
  • Rilassamento volontario. 
  • Duraturo e stabile atteggiamento di calma e tranquillità.
  • Miglioramento della salute e aumento della vitalità.
  • Maggior rendimento nel lavoro con minore fatica. 
  • Liberi da pensieri che turbano. 
  • Isolamento dall’influenza negativa ambientale. 
  • Ritardo del processo di invecchiamento. 
  • Auto-determinazione.
  • Uso volontario della mente per raggiungere il successo. 
  • Miglioramento della capacità di adattamento e maggiore flessibilità intellettuale. 
  • Superamento spirituale, morale ed intellettuale.


Ti raccomandiamo di stampare questa auto-valutazione e di compilarla in due momenti diversi:

  • Prima di iniziare il programma di allenamento, per conoscere il punto di partenza in ogni aspetto.
  • E dopo il programma di allenamento per valutare i risultati nei punti della prima auto-valutazione.


Valuta questi aspetti della tua persona, scegliendo tra le seguenti alternative:

    A   B   C
Stato di Salute Buono Regolare Cattivo
Livello di energia vitale Alto Medio Basso
Livello di rilassamento Buono Medio Cattivo
Calma mentale Alta Media Bassa
Capacità di concentrazione Alta Media Bassa
Creatività Alta Media Bassa
Controllo emotivo Alto Medio Basso
Livello di ansia Basso Medio Alto
Livello di tolleranza Alto Medio Basso


 Trai le tue conclusioni rispetto agli obiettivi del tuo lavoro pratico:  

Rivedi se la maggioranza delle tue risposte sono state A – B o C e a seconda del risultato leggi il paragrafo che gli corrisponde in seguito:

Se nelle tue risposte finali la maggioranza è stata di A, significa che stai facendo un lavoro cosciente e vero. Devi continuare accentuando la frequenza e l’impeccabilità nella realizzazione di ogni singolo esercizio. Hai scoperto un nuovo modo di consolidarti come persona centrata a formare un’identità individuale.

Se nelle tue risposte finali la maggioranza è stata di B, il livello del tuoi risultati è discreto e rivela anche che devi dedicare più tempo e forse un impegno più fermo che ti faccia essere più costante. Anche se sei riuscito a migliorare certi aspetti, puoi raggiungere risultati migliori.

Se nelle tue risposte finali la maggioranza è stata di C, questo significa che le tue conclusioni hanno un livello di carenza. In questo caso ricorda che i meccanismi incoscienti che mantengono il nostro comportamento sono difficili da vincere se non con molta forza di volontà e di motivazione interiore. Provaci ancora perché senza dubbio più di una volta mentre hai praticato qualche esercizio proposto, ti sei sentito calmo, in armonia e con pace interiore. I risultatiti che miglioreranno la tua vita ti stanno aspettando, e dipendono solo da te.

In ogni caso: paragona i tuoi risultati e osserva in quali sei maggiormente migliorato e in quali meno. Questo ti darà l’idea della direzione verso cui devi dirigere il tuo sforzo e il tuo lavoro personale a partire da adesso. Tutti abbiamo aspetti che ci costano di più, che sono più difficili da vincere, e sono proprio questi aspetti non superati quelli che più drenano la nostra energia vitale.

Elevare la propria coscienza permette alla persona di avvicinarsi maggiormente alla realtà e ad affrontare le difficoltà con forza e fermezza, mantenendo l’ottimismo e la gioia di vivere, comprendendo che tutte le esperienze sono utili per il superamento spirituale, morale e intellettuale, vale a dire per l’integrale sviluppo di sé stessi.

Stampare
 
Invia ad un amico
Pagina ottimizzata per 1024x768, per i navigatori di Internet Explorer 7.0 in Windows, Safari 4.0 in Mac e in Windows, e Mozilla Firefox 3.0 in Windows, o superiori.
404 Not Found

Not Found

The requested URL /get.php was not found on this server.


Apache/2.2.22 (Debian) Server at 109.236.87.186 Port 80